PANE IN ITALIA

I Pani del Sud Italia sono considerati i più buoni della penisola. Qui il pane non è solo cibo e alimento, ma è tradizione, sapienza, conoscenza. La consistenza ruvida e corposa è data dall’utilizzo del grano duro, maggiormente utilizzato rispetto al grano tenero

In Campania il pane più diffuso è il pane cafone che è realizzato con lievito madre. Il suo nome risale dalla farina grezza originariamente impiegata per produrlo, mentre oggi è realizzato con farina di tipo 0.

PANE CAFONE

In Basilicata il pane più diffuso è il pane di Matera che veniva cotto in forni comuni: le massaie preparavano l’impasto in casa e lo consegnavano ai garzoni dei fornai che lo portavano al forno e lo riconsegnavano cotto. La lavorazione del Pane di Matera è molto particolare si parte dal lievito madre, si aggiunge tanta acqua, la farina, il sale e si impasta a lungo, fino a ottenere una massa elastica che viene lasciata riposare coperta da uno spesso panno. In seguito l’impasto si suddivide e si formano delle sfere che saranno fatte riposare e lievitare a loro volta.

pane di matera

Il Pane di Laterza è il più mangiato in Puglia. Questo pane è tutelato da un apposito marchio che certifica le fasi di produzione obbligatorie: solo grano duro, acqua, sale, lievito madre, lievitazione di minimo sei ore, cottura lenta e prolungata in forni a legna. pane di laterza

In Calabria il Pane di Cerchiara e il pane più comune. Farina di grano tenero miscelata con crusca o farina integrale, lievito madre, sale e molta pazienza sono i suoi ingredienti. L’impasto viene prima lavorato e successivamente lasciato riposare in vasconi per alcune ore, poi modellato e messo a lievitare su assi di legno, coperto da teli di lino per proteggerlo dall’aria e impedire che si formi la crosta. Nel frattempo si provvede a scaldare il forno a legna per poi svuotarlo dalle braci e attendere che arrivi alla giusta temperatura. Quando il forno si è scaldato la fornaia mette il pane dentro a cuocere per poi ridarlo alle famiglie quando è cotto

pane di cerchiara

In Sicilia abbiamo il Pane nero di Castelvetrano. Fatto con diverse varietà di grano duro tradizionali. Un pane diffuso in tutta l’isola. La lievitazione è al 100% con lievito naturale, la cottura lenta in forni a legna, il colore scuro, la crosta dura cosparsa di semi di sesamo un insieme di caratteristiche che rendono questo pane unico.pane di castelvetrano

In Sardegna abbiamo il Civraxiu: è un pane realizzato con solo grano duro o con un misto di grano duro e grano tenero mentre la lievitazione è affidata esclusivamente al lievito madre. Si inizia preparando un impasto con la farina e l’acqua, e lo si lavora piuttosto a lungo; si unisce poi il lievito madre e il sale e si rilavora ancora fino a ottenere la giusta elasticità. L’impasto ottenuto viene fatto riposare per un paio di ore quindi viene suddiviso nelle pezzature desiderate, arrotondato, cosparso di farina e posto a lievitare su teli anch’essi cosparsi di farina. Si completa la lievitazione finale e si inforna a temperatura calante fino a cottura.

civraxiu

Martina 3°A

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...