Bevande calde un modo per…. RAFFREDDARSI

In estate, bere un bel tè caldo non è certo la prima cosa che viene in mente. Eppure in alcuni Paesi fra i più assolati, come Libia e Marocco, si ricorre abitualmente proprio a questa bevanda per dissetarsi. Seppure il ricorso a bevande calde possa essere giustificato in alcuni contesti da motivi igienici, viene comunque da chiedersi se non possa offrire qualche vantaggio anche come misura anti-caldo. In uno studio pubblicato su Acta Physiologica, alcuni ricercatori della School of Human Kinetics-University of Ottawa hanno voluto verificare questa ipotesi valutando in laboratorio, su 9 ciclisti, la quantità di calore prodotta e quella rilasciata nell’ambiente durante sessioni di esercizio moderato, intervallate dall’assunzione di acqua a temperature variabili da 1,5°C a 50°C. Alla base dell’esperimento, il fatto che il principale meccanismo di cui dispone l’organismo per difendersi dal caldo (sia esterno, sia interno, come il calore prodotto dall’esercizio fisico), è aumentare la sudorazione e, attraverso l’evaporazione del sudore dalla pelle, sottrarre calore al corpo e cederlo all’ambiente.

Ebbene, i ciclisti accumulavano meno calore quando bevevano acqua calda, anziché fredda.

Nicolò Gaglio 3^A

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...