ONDE GRAVITAZIONALI: EINSTEIN AVEVA RAGIONE!

L’11 febbraio è stato comunicato al mondo la prova sperimentale dell’esistenza delle pieghe nello spazio-tempo, causate dagli eventi più energetici dell’Universo.

L’onda gravitazionale è una deformazione della curvatura dello spazio-tempo che si propaga come un’onda. La sua esistenza fu prevista nel 1916 da Albert Einstein come conseguenza della sua teoria della relatività generale, ed è stata confermata sperimentalmente nel 2016. Gli scienziati ne cercano le prove da decenni, ma finora ogni tentativo di confermarne l’esistenza era stato ostacolato da falsi allarmi e strumenti non abbastanza sensibili per individuarle da Terra. Ora i ricercatori del LIGO con un rilevatore interferometro laser con sensori in Louisiana e a Washington potrebbero aver trovato evidenze inconfutabili di onde gravitazionali. Le onde gravitazionali captate potrebbero derivare dalla collisione di due buchi neri supermassicci, (uno con 29 e l’altro con 36 volte la massa del Sole) unitisi a formare un nuovo buco nero 62 volte più massivo della nostra stella; il segnale potrebbe essere stato rilasciato però anche dall’incontro-scontro tra due stelle di neutroni o una stella di neutroni e un buco nero. La massa mancante sarebbe stata convertita in energia e rilasciata sotto forma di onde gravitazionali che avrebbero generato minuscoli cambiamenti di lunghezza nei sensori di LIGO, permettendo così la scoperta. Si potrebbe arrivare, con questa scoperta, a costruire telescopi che possano cercare onde gravitazionali e spiegare che cosa accade quando due buchi neri entrano in collisione. L’esistenza delle onde gravitazionali dà la conferma che l’interazione gravitazionale non consiste in un’azione a distanza fra i corpi massivi ma implica l’esistenza del campo gravitazionale anche in assenza di materia. Questa scoperta dà nuova forza alla teoria della relatività generale di Einstein, ma soprattutto permette di ideare nuovi strumenti in grado di identificare gli echi degli eventi più energetici dell’Universo.

Inizia così l’era di una nuova astronomia!!

                                               Elena Valenti 3A

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...