Sicuro di voler rischiare?

L’ alcol sta diventando sempre di più parte della vita degli adolescenti. In pochi anni è più che raddoppiato il consumo di alcol nella fascia più giovane, quella dai 14 ai 17 anni. Le cifre sono preoccupanti. Il 13% dei quindicenni dichiara di essersi sbronzato almeno 20 volte nella vita. Ormai viene considerato un comportamento normale, non trasgressivo. Il bere è diventato purtroppo un fenomeno di moda. L’adolescenza è un periodo di grandi sconvolgimenti ormonali, fisici ed emotivi, e proprio in questo periodo della vita per ragazzi e ragazze è fondamentale essere parte di un gruppo e dunque seguire tutte le mode che “il gruppo” impone, anche quelle che comportano grossi rischi. Da una recente indagine dell’Istat emerge che nel 2014 la quota di ragazzi che bevono alcolici è pari al 63%. I comportamenti a rischio sono più diffusi tra i giovani di 18-24 anni e tra gli adolescenti di 12-17 anni. L’etanolo purtroppo è una sostanza che induce dipendenza e l’eccessivo consumo di alcol ha effetti dannosi su molti organi e tessuti, primo tra tutti lo stesso fegato, ma anche esofago e stomaco sono coinvolti, con la comparsa di esofagite e gastrite, sia acute che croniche.

Sul sistema cardiovascolare, poi, una assidua assunzione di alcol può indurre ipertensione arteriosa e cardiomiopatia. Tra gli effetti sul sistema nervoso centrale vi sono la sindrome di Wernicke-Korsakoff, una forma di demenza, l’atrofia cerebellare, che causa instabilità e imprecisione nei movimenti.

E’ inoltre da evidenziare un fenomeno che sta prendendo sempre più piede tra i giovani consumatori e che prende il nome di binge drinking. Con tale termine si indica il consumo di 6 o più bevande alcoliche in un’unica occasione. La popolazione più a rischio di binge drinking è quella giovanile  che attua questo tipo di comportamento per lo più durante momenti di socializzazione.
Infatti per oltre il 50% dei ragazzi  l’incontro con l’alcol avviene  fuori casa, complici sono quelle occasioni che favoriscono l’uso di sostanze alcoliche come l’happy hour, che letteralmente significa “ora felice”, ed è la fascia oraria in cui alcuni bar applicano sconti sulle bevande alcoliche, o l’open bar, dove pagando una certa cifra si ha la possibilità di bere senza limiti.

Alice Garavaglia 3C

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...