PAURA DI RESPIRARE

L’’Italia è il paese dell’Unione Europea che registra il maggior numero di morti premature a causa dell’inquinamento dell’aria, secondo l’Agenzia europea dell’ambiente.
I dati presi in esame, relativi al 2012,  parlano di ben 84.400 decessi in Italia su un totale di 491.000 a livello europeo. L’area più insalubre da respirare è la  Pianura Padana, che non è soltanto la peggiore d’Italia, ma di tutto il continente. Il limite di concentrazione delle polveri sottili stabilito dalla Ue in 25 microgrammi per metro cubo d’aria è stato infatti ampiamente superato dalla media di città come Milano, Brescia e Monza, che hanno registrato dei picchi di inquinamento non lontani da quelli delle città più problematiche della Cina.
Va inoltre considerato che il limite dei 25 microgrammi stabilito dalla Ue è una soglia piuttosto permissiva e già di per sé molto più elevata di quella che invece è raccomandata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (massimo 10 microgrammi per metro cubo).
Sforzarci di rendere il nostro stile di vita più sostenibile e, allo stesso tempo, pretendere dai nostri rappresentati politici un impegno serio e concreto, quotidiano, fatto di investimenti  e sanzioni severissime per invertire la rotta deve essere un dovere morale di tutti.
La tentazione di girare lo sguardo dall’altra parte, di far finta di nulla, di pensare “tanto non mi riguarda” oggi più che mai deve essere combattuta con lo stesso impegno con cui si combatte il  terrorismo.
Non c’è più tempo per rimandare. Per chi ancora non se ne fosse accorto, il mondo sta già soffocando. E noi con lui.

Alice Garavaglia 3C

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...