MODA CAPELLI UOMO: I TAGLI E LE TENDENZE PER LUI

Il Vintage torna nuovo e le tendenze dePettinatura maschilei capelli al maschile per la primavera 2016 non si fanno certo aspettare. Il look più in voga e proposto dalle passerelle di New York, Londra e Parigi è sicuramente quello di alcuni classici degli anni ’50 e ’60, ma rivisitati in epoca moderna. Per l’uomo, rispetto alla donna, è molto più difficile scegliere la pettinatura adatta al suo viso, ma con alcuni accorgimenti si trova la soluzione ad ogni tipo di capello. Per esempio il segreto per chi sceglie la riga di lato datata anni ’50, è quello di utilizzare la “Cera New Generation” che è simile al gel tradizionale ma ha meno reTaglio laterale uomosidui, non si asciuga e appare più elastica, rendendo il capello lucente. Per gli uomini più giovani e dinamici, che amano il trend ed essere sempre all’avanguardia, il taglio più apprezzato nella prossima stagione primaverile è sicuramente l’amato ciuffo che può essere voluminoso grazie ad un colpo di spazzola, phon e spray volumizzante, che lo mantengono in alto con un certo spessore e lunghezza; per quelli più pigri, invece, che non hanno mai voglia di perdere tempo, utilizzando gli accessori per i capelli, c’è il ciuffo spettinato che tra i due è quello che dona maggiore naturalezza al capello. Mentre la donna ha sempre avuto una vasta scelta di capigliature, tinture e tagli, per l’uomo, invece, non è mai stato così semplice; infatti sin dall’antichità gli uomini egizi, piuttosto di pettinarsi e prendersi cura dei loro capelli, preferivano radersi il capo e coprirsi con il Klaft, un rettangolo di sCiuffo in alto uomotoffa a righe, che veniva fissato alla fronte con un cerchio metallico e lasciato ricadere a piombo ai lati del viso. Tra i greci ed i romani, invece, si usava la pettinatura detta “a giardino” perché i riccioli corti circondavano la testa e addirittura durante importanti banchetti come un matrimonio o un fidanzamento, i riccioli venivano adornati da corone di foglie e fiori. Il decennio più importante, invece è stato quello del 1920-1930, perchè ha portato due innovazioni tecnologiche che entrambi i sessi hanno utilizzato: l’asciugacapelli manuale e la macchina di permanente. Sarà proprio il XX secolo a portare la più grande rivoluzione all’acconciatura maschile, perché gli uomini inizieranno ad adottare lo stile della capigliatura dei loJames Deanro beniamini, come ad esempio la brillantina e le retine notturne dell’attore americano Clark Gable, il ciuffo ribelle con relative basette laterali di James Dean, sempre basette e ciuffo voluminoso di Elvis Presley o i capelli a caschetto dei Beatles. Inoltre per una donna cambiare la pettinatura è significato di cambiare vita e rappresenta il proprio modo di essere, di porsi nei confronti degli altri e di attrarre; per un uomo, invece, la capigliatura è un espressione di integrazione o di disagio sociale, basti pensare alle creste dei punk che sono facilmente riconoscibili e rappresentano una sfaccettatura della società sempre più complessa.

Mattia Raccardi & Jasmine Mangiarotti       3^C

Annunci
Pubblicato in: moda

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...