P-A-L-L-A-V-O-L-O ! ! !

La pallavolo, detta anche volley, è una specialità sportiva nella quale si sfidano due squadre da sei giocatori ciascuna con un pallone su un campo di gioco rettangolare diviso da una rete; lo scopo è quello di mandare la palla nel campo avversario, le partite si svolgono in cinque set e vince la squadra che se ne aggiudica tre.

I giochi con la palla esistevano fin dall’antichità a scopo di divertimento e lo sport considerato il predecessore della pallavolo è nato in Germania nel 1893 con il nome di “FAUSTBALL”, che significa “Palla pugno”, in quanto la palla viene presa appunto a pugni. Questo sport ha cinque giocatori per squadra, è spettacolare, veloce e a Bolzano c’è l’unica squadra nazionale italiana che pratica questa disciplina. Ma lo sport che più si avvicina alla pallavolo odierna, fu inventato nel 1894 da William G. Morgan, un istruttore di educazione fisica del Massachusetts (USA) con il nome di “MINONETTE”, originario di minon, micio che era stato il nome di un gioco di palla praticato due secoli prima in Francia da nobili e dame. Per un lungo periodo questa disciplina ha avuto due stili diversi di gioco: all’occidentale e all’orientale, in quanto fu inventata in Europa, ma alcune regole furono introdotte dagli orientali; infatti l’invenzione della “schiacciata” viene attribuita ai filippini nel 1989, che è proseguita con successo in Cina ed in Giappone, per poi essere introdotta anche in Europa dalle truppe americane durante la Prima Guerra Mondiale.

Oltre che ad essere uno sport divertente, la pallavolo possiede anche dei benefici: primo fra tutti l’allenamento della mente, poi è un gioco di squadra dove la tattica e la sinergia tra i componenti incidono molto sul risultato finale; inoltre ogni pallavolista deve rimanere concentrato durante le partite per non commettere errori banali. Un altro beneficio è l’attività muscolare, infatti, praticando questo sport si allenano molto i muscoli delle cosce, dei polpacci, delle braccia e degli addominali, facendo allungare anche un po’ le ossa, particolare molto importante durante la fase della crescita. Questa disciplina, inoltre, sviluppa le proprie abilità e si possono incontrare e conoscere persone nuove. Come in tutti gli sport, anche nella pallavolo esistono degli aspetti negativi, perché oltre ad essere un gioco molto stancante, la possibilità di farti male è alquanto elevata, basti pensare ad una slogatura o ad una distorsione alla caviglia.

Questi problemi non vengono minimamente considerati dalla nazionale di pallavolo femminile dell’Italia che è una squadra europea composta dalle migliori giocatrici italiane, che nel 2010 ha ottenuto il quinto posto al campionato mondiale e nel 2011 il quarto posto al campionato europeo 2011, confermando la seconda Coppa del Mondo 2011. Ai Giochi Olimpici di Londra 2012 le azzurre raggiunsero la qualificazione al quinto posto per la terza volta consecutiva.

PER FINIRE VOGLIO AUGURARE BUONA FORTUNA ALLA NAZIONALE ITALIANA DI PALLAVOLO, SIA FEMMINILE, SIA MASCHILE.

               CHIARA MASCETTI 3C

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...