ITALIANI? NO, MARZIANI

“INIZIA UNA SERIE DI MISSIONI CHE PORTERANNO L’EUROPA A RISPONDERE AD UNA DOMANDA CRUCIALE: SIAMO SOLI IN QUESTO GRANDISSIMO UNIVERSO?”

Questo è il commento con cui il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Roberto Battiston, ha sottolineato il “momento storico” del lancio, dalla base russa di Baikonur, in Kazakistan, del razzo Proton che porterà su Marte la sonda della missione ExoMars. È l’inizio di un percorso concreto, che potrebbe dare una risposta all’interrogativo sulla presenza di altre forme di vita nello spazio. Nata dalla collaborazione tra Agenzia Spazial Europea e agenzia spaziale russa Roscosmos,  ExoMars andrà alla ricerca della vita sul Pianeta Rosso. Fortissima la partecipazione dell’Italia.

La prima fase della missione è iniziata il 14 marzo alle ore 10.31 italiane. Proton porterà su Marte la sonda Tgo, che starà in orbita per sette anni. Il presidente Battiston afferma che ExoMars vede l’Italia guidare l’Europa al primo atterraggio su Marte e chemolti strumenti sono stati costruiti e fabbricati a Roma e a Milano.

Il viaggio durerà circa sette mesi e l’arrivo in orbita è previsto per il 16 ottobre, il modulo scenderà sul pianeta tre giorni dopo, il 19.

La seconda fase della missione inizierà nel 2018 e porterà su Marte un rover “tricolore” equipaggiato con un trapano per perforare il terreno fino a due metri di profondità.

Insomma, è caccia alla vita sul Pianeta Rosso!

Alice Garavaglia   3A

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...