IL DOPING

Uno dei mali principali dello sport agonistico è il doping. Gli interessi economici e politici spingono gli atleti a cercare la vittoria con ogni mezzo.

Il termine doping indica l’uso di farmaci, non giustificato da uno stato di malattia, assunti per migliorare le prestazioni sportive. Purtroppo si sta diffondendo non solo nello sport professionistico, ma anche tra i dilettanti e i giovani. Le conseguenze di quest’abitudine possono essere mortali. Comunque creano problemi cardiaci, al fegato, impotenza e sterilità.

La pratica del doping ha origini molto antiche: i greci e i romani facevano uso di sostanze estratte da piante, funghi o semi capaci di migliorare i risultati sportivi.

La parola doping (dall’inglese to dope “drogare”) compare alla fine dell’Ottocento. L’uso di queste sostanze era tacitamente ammesso dalla comunità sportiva. La prima morte per doping risale al 1886, il ciclista Arthur Lington.

Nel 1968 alle Olimpiadi di Città del Messico il CIO (Comitato Olimpico Internazionale) rese ufficiale la prima lista di sostanze proibite. Negli anni Ottanta migliorarono i tipi e la frequenza dei test antidoping. Questi provvedimenti non furono sufficienti a bloccare il fenomeno.

Oggi si combatte il doping con un’attività di prevenzione e con pene severe applicate agli atleti che si rendono responsabili di questa pratica.

Elisa Colombo   3^ C

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...