25 aprile, perché si festeggia la liberazione?

Il 25 aprile è la festa della liberazione. In questa data (istituita nel 1945), vengono ricordate la fine del regime fascista e dell’occupazione tedesca in Italia, nonchè della Seconda guerra mondiale.

La fine della guerra

Nei primi mesi del 1945 i partigiani combattevano contro l’occupazione tedesca. Nel marzo del 1945, i partigiani si trovavano a sud della pianura padana per cercare di resistere all’offensiva finale degli americani e degli inglesi, che iniziò il 9 aprile. Tale resistenza fu subito un successo, anche se le autorità tedesche e fasciste tentarono di protrarre la guerra fino all’ultimo.

Il 10 aprile il Partito Comunista fece arrivare a tutte le organizzazioni locali la “Direttiva n. 16″, in cui si comunicava che era arrivato il momento di «scatenare l’attacco definitivo».  I partigiani organizzarono quindi una serie di attacchi verso i centri urbani.

Il 24 aprile 1945 gli alleati superarono il Po, e il 25 aprile le armate tedesche e insieme alla repubblica di Salò cominciarono a ritirarsi da Milano e da Torino. La popolazione in coordinazione pianificata con i partigiani si era nel frattempo ribellata e organizzata.

Dal giorno precedente a Milano era stato proclamato uno sciopero generale. Le fabbriche vennero occupate e presidiate, mentre la tipografia del Corriere della Sera fu usata per stampare i primi fogli che annunciavano la vittoria. La sera del 25 aprile Benito Mussolini abbandonò Milano per dirigersi verso Como, dove viene catturato dai partigiani per essere successivamente giustiziato il 28 aprile. I partigiani sconfissero le residue e limitate resistenze tedesche e una grande manifestazione dell’ avvenuta liberazione venne celebrata a Milano il 28 aprile.

La guerra si protrasse anche dopo il 25 aprile e il 29 Aprile fu firmato l’atto ufficiale di resa dell’esercito tedesco.

La festa

Il 22 aprile 1946, a guerra conclusa, un decreto legislativo dell’allora provvisorio governo italiano dichiarò il 25 aprile “festa nazionale”. Fu allora che, per la prima volta, si istituzionalizzò la data della festa della Liberazione. La scelta venne consolidata definitivamente con l’approvazione della legge n. 260 del maggio 1949, presentata in Senato nel settembre 1948, la quale stabilì che il 25 aprile sarebbe stato un giorno festivo e l’ “anniversario della liberazione”.

Marco Ielmini e Valentina Trezzi 3B

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...