PARKOUR

Il parkour, spesso abbreviato in PK, è una disciplina nata in Francia agli inizi del anni ’90 e consiste nell’eseguire un percorso, superando qualsiasi tipo di ostacolo o barriera che si incontra, nel più breve tempo possibile e con la maggior efficienza di movimento possibile, adattando il proprio corpo all’ambiente circostante, naturale o artificiale, attraverso volteggi, salti, equilibrio, scalate, arrampicate, ecc. Chi pratica questo sport estremo, viene chiamato “tracciatore” o “tracciatrice” al femminile ed i primi termini utilizzati per descrivere questa forma di allenamento furono “arte dello spostamento” e “percorso”. In effetti, il termine parkour, coniato da David Belle e Hubert Koundé nel 1998, deriva da “parcours du combattant”, in italiano “il percorso del combattente”, ovvero il percorso di guerra utilizzato nell’addestramento militare. Una curiosità è che nella parola “parcours” si sostituì la “c” con la “k” per indurre più aggressività e si eliminò la “s” muta perché contrastava con l’idea di efficienza nel parkour.

download parkourIl parkour trae ispirazione dal metodo naturale di Georges Hébert, un ufficiale della marina francese, che nei primi anni del Novecento sviluppò un particolare metodo di allenamento, definito Hébertismo, per addestrare le truppe. Il principio alla base del metodo summenzionato è quello di allenare un uomo a seconda dei movimenti naturali che riesce a svolgere in situazioni che la natura gli si presenta e gli richiede. Il passaggio da tale pratica di allenamento al parkour vero e proprio, si deve a David Belle, figlio di un pompiere addestrato proprio con il metodo di Hébert. David che fin da giovane sperimentava percorsi e tracciati, una volta cresciuto, intraprende la carriera militare che lo porta a maturare esperienze che si rifletteranno poi nella nascita del movimento. David fonda il parkour, unendo le sue capacità agli insegnamenti dell’hébertismo in una vera filosofia di vita, che risulterà più funzionale degli stessi addestramenti militari precedenti. La prima diffusione del parkour è avvenuta con il passaparola e in seguito ha ricevuto un’attenzione particolare da Internet. Infatti da diversi anni il principale mezzo di diffusione di questa disciplina è stata la rete, in modo particolare su Youtube, dove vengono caricati numerosi video che hanno contribuito ulteriormente alla diffusione e alla conoscenza di questo sport estremo. Attualmente il parkour sta vivendo anche una svolta commerciale perché le sue tecniche vengono spesso utilizzate e rielaborate in diversi film, pubblicità e video musicali.

Secondo gli appassionati, il parkour non è soltanto uno sport, ma è anche un’applicazione sociale. Infatti queste persone sostengono che i valori del parkour sono importanti per insegnare ai giovani il rispetto per loro stessi e per conoscere i propri limiti, affrontando così gli ostacoli che la vita pone davanti al cammino di ogni essere umano.

In una recente intervista, David Belle ha descritto il parkour in questo modo: “Per capire cosa è il parkour si deve pensare alla differenza che c’è tra quello che è utile e quello che non è utile in eventuali situazioni di emergenza. Solo allora potrai capire ciò che è parkour e ciò che non lo è”.

                                                                                                                                   CHIARA MASCETTI ♥(°ᴥ°)♥

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...