GIORNATA DELLA MEMORIA, UN GIORNO DA RICORDARE TUTTI I GIORNI

Il 27 gennaio è stato il giorno della memoria. Un giorno nato per ricordare le vittime dell’Olocausto e soprattutto per interrogarsi sul perché della Shoah e della discriminazione dell’uomo contro altri uomini.

Il giorno della Memoria è una ricorrenza importante, da ricordare tutti i giorni, perché vengono ricordate 15 milioni di vittime dell’Olocausto rinchiusi e uccisi nei campi di concentramento nazisti prima e durante la Seconda Guerra Mondiale. La maggior parte delle vittime erano appartenenti soprattutto al popolo Ebreo: il loro genocidio viene chiamato Shoah. L’Olocausto e la Shoah sono stati genocidio con metodi scientifici messi in atto dalla Germania nazista fino al 27 gennaio 1945, quando i carri armati dell’esercito sovietico sfondarono i cancelli del campo di concentramento di Aushwitz in polonia.
In Italia la persecuzione antiebraica fu opera del fascismo e poi anche del nazismo. Essa si articolò in due fasi: la “persecuzione dei diritti degli ebrei”, svoltasi dall’8 settembre 1943 al 25 aprile 1945 sotto l’occupazione Tedesca e della repubblica sociale italiana la persecuzione fu fortemente evoluta da Benito Mussolini duce del fascismo che coinvolse l’intera società. Essa ebbe per oggetto, per la prima volta nella storia dell’Italia unita, una parte dei cittadini dello stato e li colpì con una violenza mai vista nella penisola.
La Giornata della Memoria non serve solo a commemorare quei milioni di persone uccise crudelmente e senza pietà 80anni fa. Serve a ricordare che ogni giorno esistono tante piccole discriminazioni verso chi ci sembra diverso da noi. Spesso noi stessi ne siamo gli orrori senza rendercene conto. Si tratta di una zona della mente e del nostro comportamento, a metà tra il bianco e il nero, tra l’innocenza e la colpevolezza. In questa zona ad avere la meglio alla fine, è l’indifferenza per chi viene isolato e non accettato.

Di:
Davide Mereghetti
Tommaso Berra

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...