OSSESSIONI PERICOLOSE

Il termine anoressia de riva dal greco “anorexia” e significa letteralmente “mancanza di appetito”.

L’Anoressia Nervosa è un disturbo alimentare che oggi riguarda circa lo 0,5% delle adolescenti e delle giovani donne adulte dei paesi occidentali. Il 90-95% delle persone colpite appartiene al sesso femminile.
La prevalenza dell’anoressia fra i maschi è di circa un decimo rispetto a quella delle femmine.
L’età d’esordio del disturbo è compresa tra i 12 e i 25 anni, con un doppio picco di maggiore frequenza a 14-18 anni; negli ultimi tempi sono stati diagnosticati casi ad incidenza più tardiva, dopo i 20-30 anni. L’anoressia nervosa sembra essere molto frequente in categorie occupazionali come la moda e la danza.

Esperti di disturbi alimentari sostengono che l’aumento di disturbi del comportamento alimentare è la conseguenza della nostra ossessione con una forma del corpo troppo sottile e austera.

In poche parole ciò che caratterizza l’anoressia nervosa è il terrore di ingrassare e la ricerca della magrezza.
La diffusione dell’anoressia nervosa sembra essere di gran lunga maggiore nei paesi industrializzati, dove vi è abbondanza di cibo, ed in cui, specialmente per il sesso femminile, è enfatizzato il valore della magrezza.

Una persona è affetta da Anoressia Nervosa se manifesta tutte e quattro le seguenti caratteristiche:

  • Perdita di peso rilevante (oltre il 15% del peso considerato normale per età, sesso e altezza)
  • Paura intensa di ingrassare anche quando si è sottopeso
  • Alterazione nel modo di vivere il peso, la taglia e le forme corporee
  • Amenorrea ovvero scomparsa delle mestruazioni (assenza di almeno tre cicli mestruali consecutivi).

Bulimia, letteralmente significa ‘fame da bue‘. La Bulimia Nervosa è caratterizzata dalla tendenza a esercitare, in maniera ossessiva, un eccessivo controllo sul proprio peso. La Bulimia Nervosa si definisce come un disturbo psichico che compare durante la prima adolescenza ed è caratterizzato da eccessiva e costante preoccupazione per il peso e le forme, per cui la persona inizia a seguire una dieta ferrea, presentando però poi abbuffate e vomito autoindotto.
Il disturbo colpisce l’1-3 % circa delle giovani donne. L’età d’esordio del disturbo è compresa tra i 12 e i 25 anni con il picco di maggiore frequenza a 17-18 anni.

Diversamente dalle persone anoressiche, chi soffre di bulimia può ricadere nel peso forma appropriato per la propria età. Esattamente come gli anoressici, però, i bulimici:

  • Hanno paura di ingrassare,
  • Cercano disperatamente di dimagrire,
  • Sono profondamente insoddisfatti del proprio peso e del proprio aspetto fisico.

Fonti: it.wikipedia.org, ipsico.it, psicopatologiaalimentazione.it, viveredonna.it

Sofia Garagiola e Giulia Garavaglia

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...