A.A.A. CERCASI: ARGOMENTO PER TESINA

PER CHI COME ME QUEST’ANNO DOVRA’ AFFRONTARE L’ESAME DI STATO E NON SA DA DOVE INIZIARE, DON’T WORRY! ECCO QUALCHE DRITTA PER SCEGLIERE E PORTARE AVANTI UN ARGOMENTO CHE VI STIMOLI…

 

  1. Chiedi agli insegnanti o a ex studenti delle medie

Se proprio non hai idee e sei davvero preoccupato per quello che potrà venire fuori, chiedi agli insegnanti di proporti qualcosa anche in base alle tue capacità e al tuo livello di apprendimento; in alternativa, se ti vergogni o per altri motivi non hai proprio voglia di rivolgerti ai professori, potresti chiedere aiuto a chi ha affrontato l’esame gli anni passati oppure a qualche tuo parente.

 

  1. Come scegliere l’argomento?

Se siete determinati, come me, a portare avanti un lavoro che sia farina del vostro sacco, allora prendete ispirazione da ciò che più vi piace, da ciò che vi ispira o da qualche argomento scolastico che vi ha colpiti particolarmente; è importante però che non sia un argomento completamente isolato, ma che si possa collegare ad altre materie da poter presentare!

 

  1. Che cosa ci collego?

Beh, i collegamenti vanno cercati! Prima di tutto assicuratevi di non avere scelto argomenti troppo complessi o elaborati e che essi possano essere complementari ad altri argomenti trattati durante l’anno. Se poi avete trovato un argomento che vi colpisce tanto e che sapete di non poter collegare con il programma scolastico del 3° anno riferendovi a una determinata materia, allora chiedete ai professori se potete fare uno strappo alla regola: se sarete convincenti potrebbero concedervelo!

Per aiutarvi effettivamente a capire se i collegamenti sono adatti, disegnate uno schemino ed inseriteci i vari temi: vi sembrerà da subito tutto più chiaro.

  1. Una volta che sia ha scelto l’argomento, cosa fare?

E’ importante capire come si vuole sviluppare un determinato argomento.

Non dilungatevi troppo, né scegliete di parlare di cose che sono tranquillamente reperibili se avete scelto un argomento che bene o male è conosciuto. Concentratevi su ciò che potrebbe essere inusuale, ciò che non si sente tutti i giorni e ricordatevi che avrete un tempo massimo per la presentazione orale!

 

Inoltre, è molto importante non farsi prendere dall’ansia, e soprattutto, non sottovalutatevi né sopravvalutatevi: imparate a conoscervi, non abbiate paura di definire il vostro livello d’interesse per questo progetto: se proprio non volete concentrarvi appieno, scegliete argomenti semplici ma d’impatto, in modo da poter dimostrare il meglio di voi e da poter stupire tutti!

 

Anna Cauzzo 3°B

(fonte immagini: google immagini)

(fonte testo: google, youtube)

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...