I 5 MIGLIORI CARNEVALI D’ITALIA

1.Viareggio

A due passi dal mare, sulla splendida costa della Versilia in Toscana, si svolge il celebre carnevale di Viareggio, uno degli eventi più famosi di tutta la penisola – e in effetti vanta oltre 140 anni di storia. I suoi carri carichi di satira pungente lo rendono unico, con caricature di cartone che rappresentano politici, personaggi dello sport e dello spettacolo – e anche tanti altri, in base alla fantasia dei partecipanti. Si dice che sia nato nel 1973 da alcuni giovani che frequentavano il Caffè del Casinò, i quali ne organizzarono la prima versione, forse in segno di protesta.

Il carnevale di Viareggio 2018 inizia con le sfilate dei carri il 27 Gennaio, per poi colorare le strade domenica 4 e 11 Febbraio, martedì 13 Febbraio e,  per ultimo, sabato 17 Febbraio con il Corso Mascherato di Chiusura, che inizierà alle ore 17 e terminerà con la proclamazione del vincitore e uno straordinario spettacolo pirotecnico.

2.Acireale

Il carnevale, come detto in precedenza, è un evento che si estende su tutta l’Italia, peninsulare e insulare! Anche in Sicilia questo evento in maschera è ricco di fascino, in particolar modo nella splendida e mite Acireale. Il Carnevale di Acireale, di solito, entra in scena dal 3 Febbraio al 13 Febbraio 2017.Questo evento viene definito come il carnevale più bello di tutta la Sicilia e rimane tra i migliori carnevali in Italia fin dalle sue origini, che risalgono al XVI secolo. Inizialmente era tradizione ritrovarsi in strada e sfidarsi a colpi di limoni e arance; poi questa lotta a base di agrumi subì un divieto, e oggi si tratta semplicemente di una splendida festa per le strade del centro della città dove sfilano carri e maschere di cartapesta.Una esibizione di maschere, fiori, colori, musica, luci, coriandoli e fantasia. Come a Viareggio, non mancano nemmeno qui le grandi caricature dei personaggi più famosi. Il punto forte di questo carnevale sta tuttavia nella dimensione “mastodontica” dei carri che sfilano per le strade e che spesso richiedono mesi e mesi di progettazione.

3.Cento

Il carnevale di Cento è gemellato dal 1990 col carnevale di Rio, che è fra i più famosi del mondo. Questo ha fatto crescere la fama del primo, ma non è certamente l’unica ragione dietro il suo successo! La presenza dell’evento in alcuni affreschi di Guercino è garanzia e dimostrazione della storia antichissima della tradizione di Cento, e le conferisce anche maggior valore. Tutto il resto dovreste vederlo di persona: una manifestazione grandissima, partecipata e sentita da locali e turisti. La tradizione vuole che Tasi, il personaggio carnevalesco del paese, lasci i suoi averi alle persone più popolari del posto, e che in seguito la sua maschera venga bruciata in un rogo! Il tutto avviene in piazza Guercino, in centro, anche se questa ambientazione non è stata continuativa: dopo il terremoto del 2012, la messa in sicurezza delle costruzioni ha costretto l’evento a spostarsi, ma dal 2015 il carnevale è tornato nella sua storica location e questo lo ha reso ancora più allegro.L’evento inizia tutti gli anni il 28 Gennaio 2018 e prosegue con domenica 4, 11, 18 e 28 Febbraio quando verrà premiato il carro vincitore.

  1. Mamoiada

Il carnevale in Italia può essere anche un po’ meno colorato: Mamoiada, in Sardegna, si distingue per originalità. I veri protagonisti di questo carnevale vanno controcorrente e si vestono di nero, sfoggiano volti tristi, indossano pellicce di pecora nera e maschere ancora più nere! Si chiamano Mamuthones e la loro storia non è chiarissima: pare che la sfilata sia nata come rito nel XIX secolo per venerare gli animali e propiziare il raccolto. Portano sulle spalle delle campane che scuotono lentamente. La lentezza dei movimenti è dovuta anche al peso del vestito e delle campane: si fa una certa fatica a trasportare tutti quei kg addosso, ve ne accorgerete osservando i costumi! La sfilata è spettacolare, ma non preoccupatevi per l’atmosfera cupa: ad aggiungere il tocco più classico ci pensano gli Issohadores, altra figura tradizionale di Mamoiada che accompagna il corteo dei Mamuthones vestendosi con colori più accesi e maschere bianche.La tradizione vuole che durante la sfilata gli Issohadores coinvolgano donne del pubblico catturandole con una fune – gesto culturalmente caricato di valore, perché vale come buon auspicio di fertilità. La relazione fra Mamuthones e Issohadores è quella di animale e guardiano, bue e contadino: una fusione di natura e cultura che risulta in uno spettacolo eccellente.

  1. Putignano

Puglia. Il carnevale di Putignano, festeggia quest’anno la sua edizione numero 624; stiamo quindi parlando di un carnevale secolare, ricchissimo di storia. La data di apertura delle sfilate è fissata per domenica 28 Gennaio, proseguendo con domenica 4 e 11, mentre quella di chiusura sarà martedì 13 Febbraio alle 19.00. Il Carnevale di Putignano è un evento che sa mescolare la tradizione plurisecolare con le creazioni innovative degli ultimi anni, quindi aspettatevi di tutto dai carri: è difficile prevedere i risultati della creatività e del miscuglio di tradizione e novità.Prenotate adesso l’hotel a Putignano e…se il vostro hotel fosse in un trullo? A soli 15 km da lì si trovano i trulli di Alberobello.

Filippo Di Meo e Orgito Kalari 3D

Fonte immagine: Google

                                                           

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...