GRAZIE A COSA POSSIAMO VEDERE COME SIAMO FATTI?

Il corpo umano non è trasparente alla luce visibile, per cui si usano procedimenti indiretti per poterne analizzare gli organi interni tra cui il cuore. Tra questi procedimenti possiamo individuare tre categorie, che variano per l’agente fisico utilizzato:
-onde elettromagnetiche di frequenza più alta di quelle della luce visibile;
-onde sonore, normalmente ultrasuoni, a frequenza più elevata di quelle che possono essere captate dall’orecchio umano;
-osservazione diretta con mini-telecamere introdotte nell’organismo.
I RAGGI X
I raggi X furono scoperti da W. Röntgen nel 1895 e si usano per fare le radiografie. Si tratta di onde elettromagnetiche con una frequenza più elevata della luce visibile, alle quali le parti molli del corpo risultano trasparenti, mentre le ossa no. Così si evidenzia il profilo delle ossa, che risalta su uno sfondo più o meno uniforme: in questo modo visualizzare le slogature le fratture ecc. delle ossa e dei legamenti. La tecnica della radiografia è stata modificata recentemente, per cui ora è anche possibile osservare cavità (per esempio parti dell’intestino) se vengono prima riempite da un materiale che risulti opaco ai raggi X. Sono le cosiddette radiografie a contrasto.

LA TAC (TOMOGRAFIA ASSIALE COMPUTERIZZATA)
Grazie ai progressi della tecnologia dei raggi X, e della digitalizzazione dell’informazione, è stato possibile sviluppare la tecnica della TAC. Questo nome designa un sistema di visualizzazione interna del corpo, che consiste nell’inviare radiazioni X e osservare, da posizioni diverse, come l’organo o la parte del corpo oggetto di studio le assorbono o le riflettono. In questo modo di possono ottenere milioni di dati che, una volta digitalizzati e processati da un computer, si trasformano in immagini interne del corpo che il personale medico può interpretare facilmente. L’utilizzo dei raggi X per esplorare il corpo umano presenta dei rischi: l’accumulo di dosi di raggi X nei tessuti del paziente può colpire le cellule e favorire lo sviluppo del cancro. Per questo motivo, le macchine che usano i raggi X sono istallate in locali ben isolati e i tecnici che vi lavorano devono coprirsi le parti del corpo più esposte ai raggi con protezioni speciali in piombo (metallo che assorbe la radiazione X).

LA GRAMMAGRAFIA
I raggi gamma sono onde elettromagnetiche di frequenza ancora più elevata rispetto a quella dei raggi X e pertanto, il corpo risulta trasparente. Come tutte le radiazioni elettromagnetiche, se i raggi gamma si applicano in dosi elevate possono danneggiare i tessuti umani. Però poiché sono molto efficienti, non occorre usare dosi elevate. La tecnica denominata grammagrafia consiste nel situare, nell’organo o nel tessuto del corpo che si vuole analizzare, un certo quantitativo di atomi che abbiano il nucleo radioattivo (cioè che emettono raggi gamma), e individuare dall’esterno da dove provengono i raggi. Gli atomi che emettono la radiazione si chiamano marcatori. La grammagrafia consente di conoscere il funzionamento di organi e sistemi vitali: si può seguire un processo della digestione, la circolazione del sangue, o di qualsiasi altro fluido corporeo, senza che il paziente sia danneggiato.

LA RISONANZA MAGNETICA NUCLEARE
Questa tecnica combina l’utilizzo di onde elettromagnetiche e una proprietà dei nuclei degli atomi che non ha nulla a che vedere con la radioattività. A partire dalla digitalizzazione e dall’analisi dei dati, permette di ottenere immagini interne dell’organismo simili a quelle fornite dalla TAC. La tecnica di esplorazione attraverso questo processo consiste nell’inviare, alla zona del corpo interessata, una serie di onde elettromagnetiche di frequenza determinate e, in seguito, analizzare la risposta del corpo. Così si può capire da dove ritornino le onde. Successivamente, si trattano tutti questi dati con un computer, per trasformarli in un’immagine della zona dell’oggetto in studio, che appare con colori diversi.

FONTE TESTO: libro di tecnologia

FONTE IMMAGINI: Google

Gaia Rossi 3°C

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...