MARE BIANCO A NAPOLI

Ci troviamo a Mergellina quando lo scorso 8 Gennaio il mare assume un colore biancastro… Turisti e passanti si sono subito affrettati a scattare foto e video, per poi pubblicarli sul web generando scalpore.

Dopo neanche 24 ore dall’avvenimento, la polizia ha intercettato il colpevole: un impiegato dell’autospurgatore di Caivano, durate la notte, ha scaricato, con una cisterna di una capienza di 10 mila litri, tutto il liquame prodotto dall’impianto in un tombino collegato alle fognature cittadine, non sapendo che le fognature finissero in mare.

A tradire il malefattore però furono i video di sorveglianza che lo ripresero durante lo svolgimento dell’azione; all’inizio cercò di nascondere la sua colpa, ma poi, grazie alle prove, dovette responsabilizzarsi: le immagini lo riprendevano, con addosso un giubbotto rosso, mentre apriva diversi tombini, scegliendo poi quello sbagliato, per scaricare il liquido, e venne subito multato.

La domanda ormai ci sorge spontanea: perché quel colore biancastro? Sono stati rinvenuti dei residui di polvere di marmo all’interno del liquame, derivanti da una vicina azienda specializzata nel taglio del marmo; l’uomo infatti avrebbe unito i due scarti per poi averli smaltiti come a lui pareva corretto.

 

MIRAMONTI MATILDE 3°C

FONTE: www.ilmattino.it  www.napolitoday.it

FONTE IMMAGINE: www.ilmattino.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...