La scuola non si ferma! Lo dice la prof!!

La nostra professoressa Sabrina Zoia, coordinatrice della classe 3C Alessandro Volta Inveruno ha risposto alle nostre domande sul particolare momento che stiamo trascorrendo in quarantena e sull’esame di terza media.

Come si sta trovando con questo modo di comunicare con gli alunni?

Sicuramente preferisco la comunicazione in presenza, ma dobbiamo adattarci a questo periodo di emergenza, quindi, considerata la situazione posso dire di trovarmi abbastanza bene.

Come pensa che apprendano gli alunni stando a casa?

Sono certa che apprendono… oltre che alcuni contenuti specifici della materia, i ragazzi, ognuno secondo le proprie possibilità, stanno imparando a organizzare il proprio lavoro, a rispettare le consegne, ad usare gli strumenti (tipo computer e cellulare) in modi diversi da quelli utilizzati finora, a fare il proprio lavoro con una responsabilità diversa, a essere ordinati con il materiale (quello scaricato, quello da inviare nelle modalità corrette, eccetera).

Ha qualche problema con questo modo di insegnare?

Sì, sicuramente mi manca la relazione in classe con i miei alunni: mi manca il non poter chiarire i dubbi subito, il non poter spiegare come vorrei, il non poter fare esercizi, il non poter vedere come fate gli esercizi, anche le battute mi mancano.

Come sarà secondo lei l’esame che affronteranno gli alunni delle classi terze? Idee? Ipotesi?

Le ipotesi sono già state formulate dal Ministero per noi, considerato anche il parere degli scienziati. Sicuramente lo scenario che preferisco è quello che prevede il rientro a scuola e un esame, almeno orale, da fare di fronte agli alunni. Ma in questo momento è importante, non quello che preferiamo, ma ascoltare il parere degli scienziati che decidono in modo da non farci correre rischi.

Come vede questo modo di apprendere dal punto di vista degli alunni?

Spero che anche ai ragazzi manchi la figura dell’insegnante, nel senso che manchi la relazione che hanno in classe con i loro insegnanti (nel bene e nel male!). Ad ogni modo tutte le esperienze insegnano qualcosa: forse a voi sembra di apprendere meno, ma se questa esperienza viene affrontata nel modo giusto, dando il meglio di voi, vi insegnerà molto – a volte senza che ve ne rendiate conto – e vi regalerà un bagaglio di competenze che vi sarà sicuramente utile.

 

Alessandro Bianchi e Mattia Cangialosi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...