Grande eruzione del vulcano hawaiano Kilauea

Paura alle Hawaii per una nuova violenta eruzione del vulcano Kilauea, sull’isola più grande dello Stato americano.Il vulcano Kilauea si trova alle pendici di uno dei più grandi vulcani del mondo, il Mauna Loa. Il nome Kilauea significa in polinesiano “nuvola di fumo che sale” e gli abitanti della zona associano il suo risveglio all’umore di una divinità femminile chiamata Pele, la cui abitazione sarebbe ubicata in corrispondenza del grande cratere situato in cima al Kīlauea. L’esplosione ha generato una colonna di fumo e cenere , tanto che le autorità locali hanno emesso un nuovo allarme rosso per i voli aerei, consigliando di evitare la zona. L’eruzione è avvenuta dopo due settimane di intensa attività del vulcano che aveva eruttato la prima volta il 4 maggio, provocando una scossa di terremoto pari a 6.9 gradi della scala Richter e causando l’evacuazione di 10 mila abitanti. Dal risveglio del vulcano la lava ha distrutto una trentina di case e una decina di edifici. Il Parco Nazionale dei Vulcani è stato chiuso l’11 maggio per la sicurezza dei cittadini e i residenti sono stati avvertiti di stare lontano dalla zona. Kilauea è uno dei vulcani più attivi al mondo. Un’eruzione del 1924 uccise una persona e inviò rocce, polvere e cenere nell’aria per 17 giorni. Massima allerta e rischi per la popolazione: le comunità a un miglio o due di distanza possono essere ricoperte da frammenti o spolverate di ceneri non tossiche, spiegano gli esperti. Il vulcano erutta ininterrottamente dal 1983. È uno dei cinque vulcani della Big Island delle Hawaii e l’unico attualmente in  stato di eruzione

3D Thomas Ferrario e Christian Bregoli

(Fonte testo: Repubblica.it e panorama)

gelicidio

LO STRANO FENOMENO DEL GELICIDIO

In meteorologia il gelicidio è un fenomeno che si verifica quando la pioggia,che rimane in forma liquida anche in presenza di temperature al di sotto dello zero, si solidifica istantaneamente a contatto con il suolo formando uno strato di ghiaccio trasparente e molto scivoloso.

-CARATTERISTICHE:Il fenomeno accade quando a livello del suolo è presente uno strato di aria fredda, con temperatura inferiore a 0 °C, mentre sopra c’è uno strato d’aria più calda che consente la fusione della neve che cade dalle nubi. Quando le gocce vengono a contatto con una superficie congelano all’istante, formando uno strato di ghiaccio trasparente, omogeneo, liscio e molto scivoloso. Il deposito di ghiaccio che si forma sugli oggetti è detto spesso vetrone.

-DIFFUSIONE:Generalmente il gelicidio padano è conseguente a una nevicata, dove l’aria caldo-umida di scirocco scorre sopra un cuscinetto di aria fredda che si era formato ore o giorni precedenti. Generalmente, lo scirocco determina una graduale erosione del cuscino freddo anche alle quote pianeggianti, portando quindi semplicemente pioggia, e non più gelicidio. Questa dinamica, appunto molto frequente nella prima parte dell’inverno in Val Padana, costituisce forse il più frequente epilogo delle nevicate nel Nord-Italia.

-RISCHI e DANNI:Il gelicidio è all’origine di numerosi disservizi, dato che, a causa del peso del ghiaccio, può provocare la caduta di rami anche di grande spessore, nonché la rottura di cavi elettrici, con conseguente interruzione dell’illuminazione pubblica, problemi alle comunicazioni telefoniche. Inoltre, è una notevole insidia per la circolazione degli autoveicoli, per il fondo stradale scivoloso. Nei casi più gravi possono cadere alberi interi , recando danni gravissimi ai boschi, e la circolazione stradale risulta impossibile.

Fonte testo e immagini:wikipedia

Thomas Ferrario   3D

SOS aumento del livello del mare

In questi ultimi anni il livello del mare sta aumentando velocemente.                                                 Infatti  l’innalzamento progressivo degli oceani non procede in modo costante, ma avrebbe “preso la rincorsa” per la crescente fusione dei ghiacci in Groenlandia e Antartide. Lo confermano 25 anni di rilevazioni satellitari. E anche la fusione dei ghiacciai “di terra” contribuisce all’innalzamento del livello dei mari. Invece quella delle piattaforme di ghiaccio marine invece non entra a bilancio, perché si tratta già di ghiaccio in acqua.

Purtroppo è peggio del previsto. Lo studio dell’Università del Colorado Boulder in collaborazione con la NOAA, la NASA e l’Università della Florida meridionale è stato pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences. «Questa accelerazione, causata soprattutto da un aumento della fusione dei ghiacci in Groenlandia e Antartide, potrebbe raddoppiare la crescita totale del livello del mare entro il 2100 rispetto alle proiezioni basate su una crescita costante. Si potrebbe passare dai circa 30 cm previsti a oltre 60 cm in più» spiega Steve Nerem, a capo dello studio. E questo, supponendo che in futuro la fusione dei ghiacci proceda come negli ultimi 25 anni, e non a ritmo più sostenuto.

L’aumento di gas serra in atmosfera agisce sul livello degli oceani in due modi. L’acqua più calda tende a espandersi – l’espansione termica è responsabile della metà dei 7 cm di innalzamento globale registrati dal 1993 ad oggi; inoltre, le più alte temperature incoraggiano la fusione dei ghiacci di terra e la loro immissione in mare.

fonte testo: Focus

fonte immagine: Google

Emma Castiglioni e Irene Strada 3D

pullman

LA GERMANIA FA DEI TEST SUI MEZZI PUBBLICI CONTRO LO SMOG

Il governo tedesco pensa alla possibilità di offrire temporaneamente il trasporto pubblico locale gratis contro l’inquinamento dell’aria. Ma da Berlino arriva subito la precisazione: “Si tratta di un’ipotesi per ora senza piani concreti”.

in una lettera firmata dal ministro dell’Ambiente, si propone la sperimentazione del traffico locale pubblico gratuito nelle città di Bonn, Essen, Mannheim, Herrenberg e Reutlingen.

Il governo tedesco ha però fatto diminuire la portata della notizia. Il ministro tedesco all’Ambiente, Stephan Gabriel Haufe, ha subito precisato che starà nella decisione delle città stesse decidere se fare o meno questo test, aggiungendo anche che saranno i centri urbani a recarsi da loro con la proposta del trasporto pubblico locale gratuito, poi vedranno se sarà fattibile.

Presentando la misura a Bruxelles, la Germania tenta di evitare ingenti sanzioni per aver mancato i suoi obbiettivi sull’ambiente. Dopo che la notizia ha cominciato a diffondersi, una raffica di richieste di dettagli ha preso d’assalto il governo tedesco su come, ad esempio, il sistema di viaggio senza biglietto sarebbe stato finanziato, ma per queste domande il ministro all’Ambiente non ha ancora trovato una risposta. La Germania si è detta comunque determinata a diminuire la quota di traffico privato, per reagire al mancato raggiungimento degli obiettivi europei sulla produzione di diossido di azoto. Poiché da anni le soglie prescritte vengono superate, il Paese rischia una denuncia davanti alla Corte di Giustizia europea.

pullman

Basile Federica e Portaluppi Sharon 3D

(fonte testo: Tgcom24)

(fonte immagine: Google)