IL RAZZISMO

Il termine razzismo si riferisce a un’idea, spesso preconcetta e comunque scientificamente errata, come dimostrato dalla genetica della popolazione e da molti altri approcci metodologici, che la specie umana può essere suddivisibile in razze biologicamente  distinte, caratterizzate da diverse capacità intellettive, valoriali o morali, con la conseguente convinzione che sia possibile determinare una gerarchia secondo cui un particolare, ipotetico, raggruppamento razzialmente definito possa essere definito superiore o inferiore a un altro.

ETIMOLOGIA!!!

Con il termine razzismo si riconduceva alla composizione di razza, dal latino generatio oppure ratio, con il significato di natura, qualità e ismo, inteso come astratto collettivo, sistema di idee, fazione e, per estensione.  Oggi l’etimologia viene  interpretata in modo diverso, in quanto si suppone che il termine razza italiano, così come gli equivalenti nelle altre lingue neolatine, derivi dal francese antico haraz o haras, allevamento di cavalli; per falsa divisione del termine unito all’articolo, l’haraz diventa così la razza.

La questione delle “razze” umane

Il termine razza non è in ogni modo utilizzato in biologia per la classificazione tassonomica ma solo in zootecnia e viene applicato solamente agli animali domesticati, la diffusione di un determinato allele in popolazioni diverse può presentarsi con maggiori somiglianze fra una popolazione europea (“bianca”) ed una africana, che fra due popolazioni europee. Le differenze tra le cosiddette “razze” umane riguardano  unicamente l’aspetto esteriore, modificato per adattarsi all’ambiente man mano che la specie umana si diffondeva per tutto il mondo; ed ovviamente l’aspetto esteriore è il dato che salta maggiormente all’occhio. Ecco perché individui che discordano vistosamente su pochi geni, relativi al colore della pelle o al taglio degli occhi, possono condividere caratteristiche genetiche molto più complesse ed importanti, anche se non altrettanto vistose, c’è un aspetto che caratterizza l’Homo sapiens sapiens al paragone con molte specie animali, esso è  la straordinaria omogeneità genetica, causata dal fatto che tutti gli esseri umani discendono da un numero ristretto di antenati.

 

 

Annunci