credits foto: pixabay.com

L’arte e la cultura non vanno in quarantena!

In questi giorni è arrivata una novità per tutti gli appassionati di arte e cultura che stavano aspettando la bella stagione per recarsi in uno dei tanti musei presenti sulla penisola ma che sono stati bloccati dal Coronavirus.
Ora c’è la possibilità di visitare on line 10 musei, italiani e internazionali, comodamente da casa senza obbligo di iscrizione o di pagamenti.
Un’ottima alternativa questa per passare il tempo in maniera intelligente e costruttiva senza annoiarsi durante questa forzata quarantena.
Molti di questi musei offrono anche la possibilità di accedere a tour virtuali in 3D: si tratta di una tecnologia che riesce a portare sullo schermo del computer immagini a grande risoluzione, interattive ed esplorabili in 3D, come se ci si trovasse davvero nel posto fotografato o al museo.

Continua a leggere

Contro il Coronavirus arrivano anche i flash mob

Continuano i flash mob in diverse parti d’Italia per far sentire meno soli gli italiani in questo periodo difficile, nel quale sono costretti alla quarantena.

Gli appuntamenti sui balconi iniziano a essere più frequenti e si aggiungono sempre più persone ad applaudire o cantare ognuno dalle proprie case per far sentire la propria presenza a tutta l’Italia. Continua a leggere

QUARANTENA PER COVID-19 IN TUTTA ITALIA

Con l’arrivo del coronavirus abbiamo dovuto cambiare il nostro modo di vivere, le nostre abitudini, il nostro modo di relazionarci per restare in salute. La regione più contagiata è la Lombardia. Sia il governatore della regione Lombardia Attilio Fontana e anche Nicola Zingaretti, presidente della regione Lazio, sono stati sottoposti al tampone per il corona virus e sono risultati positivi. Sono comunque in buone condizioni e si trovano in isolamento per non contagiare altre persone.
Il governo data la gravità della situazione, ha tentato di correre ai ripari con delle misure ancora più drastiche per cercare di diminuire i contagi, che nonostante tutte le precauzioni adottate, stanno attualmente aumentando in tutto il paese.

Continua a leggere

ADOLESCENTI: QUANDO IL CIBO DIVENTA UN PROBLEMA

I disturbi del comportamento alimentare in adolescenza sono più comuni nel sesso femminile, ma anche se in minor quantità colpiscono anche quello maschile.
Le due maggiori patologie sono l’anoressia nervosa e la bulimia nervosa.
L’anoressia nervosa è il rifiuto del cibo per paura di ingrassare, ovvero il disturbo della propria immagine corporea. Inizia con una semplice dieta per raggiungere il giusto peso, finchè non si supera il rapporto del peso tra altezza ed età.
La bulimia nervosa è una patologia in cui la persona mangia in grandi quantità fino a provocarsi da sola il vomito, dato il suo senso di colpa. È meno evidente rispetto all’anoressia nervosa perché la persona affetta presenta un peso corporeo normale.

ADOLESCENTI: QUANDO IL CIBO DIVENTA UN PROBLEMA

I disturbi del comportamento alimentare in adolescenza sono più comuni nel sesso femminile, ma anche se in minor quantità colpiscono anche quello maschile.
Le due maggiori patologie sono l’anoressia nervosa e la bulimia nervosa.
L’anoressia nervosa è il rifiuto del cibo per paura di ingrassare, ovvero il disturbo della propria immagine corporea. Inizia con una semplice dieta per raggiungere il giusto peso, finchè non si supera il rapporto del peso tra altezza ed età.
La bulimia nervosa è una patologia in cui la persona mangia in grandi quantità fino a provocarsi da sola il vomito, dato il suo senso di colpa. È meno evidente rispetto all’anoressia nervosa perché la persona affetta presenta un peso corporeo normale.
Spesso non si riesce a distinguere facilmente la differenza tra anoressia e bulimia. Può darsi che durante il corso della vita non si soffra solo di una di queste due patologie ma di entrambe.
Susanna Ferrario e Martina Ferrario, 3C

FONTE:http://www.psicoterapiarca.it/187_0/default.ashx.
FONTE:PIXABAY

credits foto: pixabay,com

Coronavirus in Italia, scuole chiuse al nord. Cosa fare in casa con bambini e ragazzi?

L’influenza da coronavirus (covid-19), scoperta all’inizio di quest’anno in Cina è approdata anche in Italia, colpendo soprattutto le regioni del nord con oltre 1500 contagi. La Lombardia rimane la prima regione per numero di colpiti dal virus, essa ne conta più del 50%.
L’emergenza ha costretto il governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana a emanare un decreto per la chiusura delle scuole dal 24 febbraio fino all’8 di marzo.

Per questo motivo tutti i bambini e i ragazzi sono obbligati a rimanere chiusi in casa: come fare per occupare il tempo?

Continua a leggere

Coronavirus:precauzioni per non prenderlo

Il Coronavirus responsabile della Covid-19 fa parte di una famiglia di virus che può provocare dal più semplice raffreddore a malattie respiratorie molto gravi.
Bisogna fare molta attenzione perché la caratteristica principale di questo virus è la facilità con la quale viene diffuso: attraverso la saliva, quindi, starnutendo o tossendo e con i contatti stretti tra persone, come le strette di mano dopo aver toccato oggetti contaminati dal virus.
I sintomi principali prevedono tosse, febbre e difficoltà a respirare e, nei casi più gravi, potrebbe nascere polmonite e portare alla morte. C’è anche da dire, però, che gli individui deceduti a causa di questo virus sono persone dai 60 anni in su con precedenti problemi respiratori, polmonari, o con un sistema immunitario già compromesso da precedenti patologie, come i malati oncologici. Purtroppo non è ancora stato creato un vaccino perché, essendo un virus scoperto da poco, ci vuole molto tempo per realizzarlo.
Detto questo non ci si deve far prendere dal panico poiché ci sono alcuni piccoli accorgimenti che si possono prendere per evitare di essere contagiati e di contagiare più persone:

Continua a leggere

SKAM ITALIA 4 SI FARÀ?

Skam Italia è una serie tv molto popolare sul web che racconta la vita di alcuni studenti che frequentano un liceo di Roma. Fino ad ora sono state prodotte tre stagioni in cui vengono affrontate tematiche adolescenziali: i primi amori, le prime delusioni, amicizie che si rompono, altre che si formano e molti altri argomenti. La terza stagione, ormai conclusa da maggio 2019, ha suscitato nel pubblico molto interesse portando così i produttori a ideare una quarta stagione riguardante un nuovo personaggio principale chiamato Sana Allagui. Ma, nell’agosto 2019, il produttore Ludovico Bassegatto ha rilasciato sui social l’informazione che la nuova serie di Skam Italia era ufficialmente cancellata. Continua a leggere